Progetto mappa Paolo Monti

Progetto mappa Paolo Monti

Nell'aprile 2016 BEIC – nel quadro della collaborazione con Wikimedia Italia - ha promosso il caricamento dell'intero archivio fotografico digitalizzato di Paolo Monti, 16900 immagini d'autore, sui progetti Wikimedia. Si è trattato della più importante donazione alla comunità di Wikimedia di immagini con licenza libera avvenuta in Italia e del primo esempio di un grande fotografo del passato interamente condiviso su Wikipedia con licenza libera Creative Commons. Il Fondo Paolo Monti è stato acquisito da BEIC nel 2008, è conservato presso il Civico Archivio Fotografico di Milano ed è considerato di rilevante interesse storico dal MiBACT.

La valorizzazione dell'archivio di immagini nelle voci di Wikipedia e nei progetti Wikimedia è tuttora in corso ed è facilitata dalla collaborazione spontanea della comunità internazionale di Wikimedia, che aiuta a migliorare le informazioni estratte dal catalogo digitale BEIC facilitando l'identificazione dei numerosi soggetti – in particolare dei monumenti - fotografati da Paolo Monti nella sua lunga carriera.

In questo contesto, è sorta l'idea di geolocalizzare le immagini dell'archivio per renderle fruibili a un più vasto pubblico anche attraverso una piattaforma libera che sfrutti OpenStreetMap, per finalità di ricerca e studio. La vasta operazione di geolocalizzazione, in corso con la collaborazione della comunità, prevede l'identificazione del punto di scatto originale per ogni foto, con l'inserimento delle relative coordinate geografiche su Wikimedia Commons. A ottobre 2017 sono state identificate le coordinate più di 8000 immagini.

Link alla mappa Paolo Monti - Exploring his legacy

Crediti

Ideazione e coordinamento generale: Chiara Consonni (BEIC). Ideazione e consulenza OpenStreetMap: Simone Cortesi (Wikimedia Italia). Coordinamento esecutivo e community management: Marco Chemello (Wikimedia Italia, Wikipediano in residenza presso BEIC). Sviluppo software: Paolo Frizzera e Matteo Perego. Supporto operativo: Federica Viazzi e Valeria De Francesca (BEIC).

Il codice sorgente è disponibile in GitLab con licenza CC-BY-SA 4.0.