La BeicDL come rete culturale

La BeicDL come rete culturale

Sul numero di maggio/agosto 2016 di "AIB Studi" è stato pubblicato l'articolo di Chiara Cauzzi, Valeria De Francesca, Lisa Longhi e Federica Viazzi Conoscersi per riconoscersi: la partecipazione come specchio del bibliotecario. Nell'articolo si analizzano i diversi significati del concetto di molteplicità applicato al lavoro bibliotecario. I percorsi di formazione per diventare bibliotecario sono molteplici, come le risorse da gestire e valorizzare nel catalogo. Questo vale anche per le reti che collegano a livello internazionale chi si occupa del patrimonio culturale: le diverse esigenze informative dei bibliotecari trovano risposta in grandi progetti di condivisione dei metadati, alcuni dei quali dedicati a risorse peculiari, come gli incunaboli. Infine, la recente apertura delle biblioteche a Wikipedia esprime la volontà di collaborare anche in contesti non tradizionali. Grazie al case study della biblioteca digitale BEIC, si dimostra quanto contribuire a una rete insegni a pensare in prospettiva: la routine quotidiana si svolge in un’ottica di confronto e cooperazione, al fine di ottenere risultati più autorevoli e visibili.